“FATIMA” è il nuovo singolo di MAD SIMON, nato come colonna sonora dell’omonimo cortometraggio di Francesco Governa, Mario Vitale e Saverio Tavano, co-prodotto da ANV Associazione Nazionale Videografi.

Il brano, così come il film, tende a sottolineare tutte le difficoltà legate all’integrazione razziale, dalla ricerca di una giovinezza simile a quella dei propri coetanei e la possibilità di poter inseguire i propri sogni, al duro confronto con le proprie radici, la religione, gli ideali con quel velo di speranza che spinge a combattere quotidianamente per superare ogni ostacolo.

Il forte contrasto tra il rap e la musica, come quello creato dal regista e direttore della fotografia Demetrio Caracciolo nel videoclip, mira a legare il nostro mondo con il mondo di Fatima sempre proiettato in background, talvolta presente in primo piano in tutta la sua crudezza.


Regia: Demetrio Caracciolo Cinematic Stories
Edizioni: Mk Records
Beat, Lyric, Mix: Mad Simon
Guitars: Raffonk from The Syndrome
Mastering: Alsogood. #
Tutta la delegazione dei 30 formatori, che avrebbe dovuto essere in Palestina a fine Aprile, è stata respinta. Il Gazafreestylefestival è spostato a fine Agosto.
Nelle ultime settimane la tensione nella striscia di Gaza è salita alle stelle, dopo l’uccisione del comandante Mazen Fuqaha freddato davanti casa con 7 colpi di pistola a silenziatore, Hamas ha deciso di chiudere la frontiera e aprire un’ indagine che indica Israele come mandante di questo omicidio.
Gaza è una prigione a cielo aperto, l’occupazione israeliana, la chiusura della frontiera egiziana e le continue contrapposizioni interne la rendono una terra carica di tensioni sociali politiche ed economiche.
Abbiamo organizzato fin dall’inizio il ”free style festival” con questa consapevolezza ed elasticità: sappiamo e siamo consapevoli dei cambiamenti improvvisi che vivono queste terre.
Tutta la delegazione dei 30 formatori a protezione della popolazione giovanile (musica, skate, media, arte e danza) è stata respinta.
Il Gazafreestylefestival sarà spostato a fine Agosto
Saremo nella striscia di Gaza dal 20 al 30 di Agosto, e dal 31 Agosto al 4 Settembre in West Bank.
In questi giorni stiamo costruendo le relazioni per poter ampliare il percorso su tutto il territorio palestinese.
Abbiamo a disposizione qualche mese per allargare ancora di più il progetto, estenderlo alla Cisgiordiania e connettere due terre divise dall’occupazione.
Un ringraziamento a tutti e tutte quelli e quelle che in questi mesi hanno donato il proprio skate, truck, ruote, vestiti, bombolette, medicine, soldi o materiale vario alla carovana.
Siamo andati oltre ogni aspettativa: più di 40 skateboard e un sacco di materiale utile.
Grazie.
Il 22 Aprile non faremo il festival a Gaza ma saremo a Pontida, alla giornata dell’orgoglio antirazzista e terrone, con lo stand della carovana per continuare la raccolta fondi. Suoneranno anche Kento, Mad Simon e il Func, gruppo musica del festival.
Siamo molto determinati nel portare a termine questo progetto, chiediamo a tutti e tutte di continuare a seguirci e supportarci come avete fatto in questi mesi.
A breve sulla pagina fb del Gazafreestylefestival (https://www.facebook.com/search/top/…) metteremo le foto e i video dei materiali raccolti che porteremo nella striscia di Gaza!
Stay tuned…
Gazafreestylefestival
Csoa Lambretta
Avoid Design
Func – Kento mc
Mad Simon
di Federica Geria – In occasione della giornata mondiale della sindrome di Down, che si è svolta il 21 marzo, la sezione AIPD di Reggio Calabria ha presentato presso il teatro Nemesia Valle c/o Campus San Vincenzo De’ Paoli un nuovo ed entusiasmante progetto.
Tutti uguali, tutti speciali” è la canzone pensata e scritta proprio per l’associazione, grazie al contributo di due artisti della scena rap italiana, Francesco Carlo (Kento) e Simone Squillace (Mad Simon).
Il brano è stato pubblicato con un videoclip coinvolgente ed emozionante in cui i protagonisti sono i bambini e i ragazzi della sezione AIDP Reggio Calabria che, oltre ad aver preso parte al video, hanno anche cantato parti della canzone.
Serena Pensabene, presentatrice dello spettacolo e componente integrante dell’associazione ha raccontato: “Io e Kento ci siamo sentiti, era già da tempo che volevamo fare qualcosa insieme, lui conosceva la nostra associazione ed io conoscevo la sua musica. Dopo un programma radio abbiamo deciso di fare qualcosa di concreto insieme. Così ho contattato la nostra coordinatrice e abbiamo messo in atto questa idea. Lui in pochissimo tempo insieme a Simone ha buttato giù un testo bellissimo, che ci è piaciuto fin dall’inizio e poi, pian piano, è venuto fuori questo progetto. Abbiamo fatto delle prove in sede e abbiamo notato subito come i ragazzi si siano sentiti coinvolti, nessuno si è tirato indietro, a dimostrazione che il potere della musica permette di superare ogni limite. E’ venuto fuori qualcosa di veramente speciale”.
“Tutto quello che abbiamo fatto non è possibile raccontarlo a parole – dice Mad Simon – brividi, sensazioni, abbracci, sguardi, emozioni, che restano dentro e basta, grazie a tutti i ragazzi e grazie a chi lavoro con loro ogni giorni. Dobbiamo cercare di aprire gli occhi e capire che ci sono delle realtà che lavorano e rendono ricco questo territorio. Sosteniamoli!”
“Volevamo che fosse una canzone semplice, ma non banale – spiega Kento – che raccogliesse in poche parole semplici e i concetti chiave che stanno dietro le attività dell’associazione. L’idea era di provare a far parlare i ragazzi in prima persona, di raccontare la diversità e la normalità. Ma non voglio aggiungere molto altro, spero che già la musica abbia parlato forte. E spero anche che questa collaborazione con AIPD duri a lungo”.

Articolo originale: http://www.citynow.it/tutti-uguali-tutti-speciali-brano-kento-mad-simon-aipd-rc/

In occasione della giornata mondiale della sindrome di Down, svolta il 21 marzo, presso il teatro Nemesia Valle di Reggio Calabria, la sezione AIPD cittadina ha presentato un nuovo progetto: la canzone dal titolo "Tutti uguali, tutti speciali".


Ideata e composta unicamente per l’associazione, i due artisti della scena Rap italiana, Kento e Mad Simon, hanno reso bambini e ragazzi con la sindrome di Down protagonisti, davanti a microfono e videocamere, nel rivendicare i propri diritti.

VIDEOCLIP


BACKSTAGE:
Google+